-->

mercoledì 19 ottobre 2016

Recensione "La collezionista dei libri proibiti" di Cinzia Giorgio edito da Newton Compton!!!

E continuiamo con un romanzo che ha letteralmente rapito
la nostra Tata... 
Andiamo a leggere insieme le sue considerazione su questo bellissimo romanzo...



Titolo: La collezionista dei libri proibiti
Autore: Cinzia Giorgio
Editore: Newton Compton
Genere: Romance 
Formato: Cartaceo
Prezzo: 9,90 €
Formato: Ebook
Prezzo: € 4,99
Pagine: 288
Data di uscita: 6 Ottobre 2016


Trama

Venezia, estate 1975. Olimpia ha solo quindici anni quando conosce Anselmo Calvani, proprietario di una storica bottega d’antiquariato. È un incontro decisivo, Anselmo intuisce subito l’intelligenza e la sensibilità della ragazza e la incoraggia a seguire la sua inclinazione. Giovanissima ma già appassionata lettrice, Olimpia comincia a frequentare il suo negozio, a lavorare lì e, con il suo aiuto, inizia a collezionare preziosi libri messi all’indice dalla Chiesa. Mentre cresce la sua passione per quei volumi antichi, anche quella per Davide, il nipote di Anselmo, segreta e non dichiarata, brucia l’animo della ragazza. E una notte, sospinti dalla lettura dei versi erotici di una cortigiana veneziana, i due cedono ai loro sentimenti…
Parigi, estate 1999. Olimpia vive ormai nella capitale francese. Ha aperto una casa d’aste, specializzata in libri e manoscritti antichi, tra le più quotate ed eleganti della città. Ogni anno riceve da Davide uno strano regalo: un pacchetto che contiene lettere un tempo censurate, insieme a un libro considerato in passato “proibito”, di cui Olimpia riconosce il grande valore. Sono l’eredità di Anselmo... Ma come poteva un modesto antiquario veneziano esserne in possesso? E che legame c’è tra quelle lettere e la bottega da cui provengono?


undefined


RECENSIONE


Oggi vi parlo di un libro che m'ha piacevolmente colpito perchè racchiude in sè tutto quello che una lettrice può desiderare: l'amore, la delusione, l'amicizia vera, la perdita, l'affermazione, il mistero e la suspense che scorre tra presente e passato, il tutto intrecciato alla vita di Olimpia, la protagonista di questo nostalgico romanzo. 

L'autrice con la sua scrittura scorrevole e semplice ci mostra e ci fa vivere fatti, eventi, sentimenti che incalzeranno e faranno crescere la protagonista negli anni. 
L'arco temporale in cui si svolge la vicenda narrata è molto ampio, nelle prime pagine del libro troviamo una ragazza quindicenne ricca e timida che come unica passione tiene quella di viaggiare tra le pagine dei libri. Sensazione che accomuna molte di noi lettrici. 

"Non c'era rifugio migliore per Olimpia.
 Leggere era come vivere mille vite e fuggire dalla sua".

Un giorno per caso, complice una pioggia improvvisa si rifugia in una vecchia bottega di libri antichi nascosta tra le calle di Venezia, la città in cui vive e che rappresenterà solo una delle ambientazioni principali del libro.
 L'altra grande protagonista sarà Parigi con la sua frenesia e le sue case d'asta.
In questa bottega, Olimpia incapperà in uno dei personaggi che ho più amato del libro: Anselmo, quest'uomo burbero ma con un cuore d'oro che l'inizierà all'antiquariato e le svelerà molti dei segreti per fiutare un buon libro, carpirne la rarità, così che in breve Olimpia diverrà un'esperta di libri antichi, specie dei famosi libri messi all'Indice dalla Chiesa nel 1500.

«Mi dica, Olimpia, quando non ha nessuna idea di quello che vuole leggere ed entra in una libreria, oppure quando va in biblioteca senza uno scopo ben preciso, cosa la spinge verso un volume piuttosto che un altro?» «Non saprei», ammise Olimpia, aggrottando le sopracciglia. Non riusciva a capire dove volesse arrivare. «Esatto», esclamò lui con gli occhi che gli brillavano. «Comincia a gironzolare per gli scaffali, a prendere questo o quel libro senza nemmeno leggerne la quarta di copertina. Poi però, all’improvviso, è attratta forse da un’immagine o dal nome dell’autore, e si ritrova a leggere un libro che non avrebbe mai notato fino a due minuti prima». Olimpia rise. «Ha ragione! Mi succede sempre»

Oltre all'amore per i libri non poteva mancare una storia d’amore che si incastona molto bene nelle vicende narrate, è quella tra Olimpia e Davide, il nipote di Anselmo, giovane studente universitario anche lui estimatore di libri antichi e successore di Anselmo nella futura guida della bottega. 
Sarà proprio tra gli scaffali impolverati della bottega del nonno che i due si innamoreranno e consumeranno la loro passione. 

Questa storia ci farà sorridere, piangere e palpitare il cuore. 
Tante le difficoltà che i due protagonisti dovranno affrontare negli anni. Questo è il tipico amore di una vita, quello che nonostante tutto e tutti terrai sempre nel cuore, quello in cui ti basta una parola detta o uno sguardo a far riaccendere la passione, quello che custodirai dentro di te nonostante le distanze, le vite separate che vivrai e le vicessitudini che vi separeranno.

Olimpia è una ragazza e poi una donna molto forte, è ricca non solo venalmente parlando; ha la fortuna di poter contare su una famiglia che nonostante qualche screzio adolescenziale la supporta e l'incoraggia nelle sue scelte, e poi ci sono le sue amicizie per la vita, Peggie e Diana e poi successivamente Isabel e Louis.
La sua passione per i libri la condurrà ad alti livelli. 
Con costanza e -non pochi- sacrifici diventerà un nome importante nel mondo delle case d'asta parigine. 
Attorno a lei si snodano tante storie, misteri che riguardano il passato. Nonostante non ami la storia e certi suoi noiosi annedoti, in questo romanzo ho apprezzato come l'autrice intrecci la storia di Olimpia a quella di Veronica Franco, famosa cortigiana di Venezia
Questa insieme alle altre figure femminili presenti nel romanzo sono dei bellissimi esempi di donne forti, volitive e intraprendenti che lottano per farsi valere. 
Concludo consigliando di cuore questo libro a tutti poichè non può semplicemente definirsi un romance ma contiene dentro di sè varie sfumature che cattureranno di certo gli amanti dello storico (per i tuffi nel passato e nella storia), del mistero (vari enigmi già a partire dalle prime pagine terranno i lettori sospesi e famelici di scoprire i risvolti delle vicende legate all'eredità misteriosa di Olimpia), dei sentimentali per le emozioni intense che vivranno dall'inizio alla fine. 
Si può leggere tranquillamente ma l'ultima pagina lascia aperta un piccolo spiraglio, la speranza che magari l'autrice un giorno continuerà a scrivere di Olimpia, dei suoi amici e delle sorti di quella antica bottega veneziana.

"In realtà chi legge ne sa molto di più di chi si limita a vivere la vita reale. Sa come comportarsi in ogni occasione perchè l'ha già visto fare e poco importa che la gente creda altrimenti. Poveri loro, non sanno cosa si perdono". 


(Recensione a cura di Tata)




VALUTAZIONE



Risultati immagini per STELLINA   Risultati immagini per STELLINA    Risultati immagini per STELLINA   Risultati immagini per STELLINA






Altri libri dell'autrice

           Dettagli prodotto


Dettagli prodotto   Dettagli prodottoDettagli prodotto

Dettagli prodottoDettagli prodottoDettagli prodotto


Dettagli prodotto