-->

venerdì 14 luglio 2017

Recensione: “La dolcezza può far male” di Daniela Volontè, edito Newton Compton


Oggi la nostra Tata ci parla delle sensazioni provate leggendo l'ultimo romanzo scritto da una delle sue autrici italiane preferite: Daniela Volontè. 


                     



Titolo: La dolcezza può far male
Autore: Daniela Volontè
Editore: Newton Compton
Genere: romanzo
Formato: Ebook
Prezzo: 2,99 euro
Data di uscita: 14 luglio 2017
Link d'acquisto: qui


Scopriamone di più...








Trama: 
 
Jack Lang è uno scrittore di gialli di fama internazionale e non vuole mai comparire in pubblico. Dietro al suo pseudonimo si nasconde Gabriele Neri, un uomo la cui esistenza è stata stravolta dal diabete e dalla mancata accettazione della sua nuova condizione.
Cassandra Accorsi divide l’appartamento e il lavoro con la sua migliore amica, Elisa. È una web designer e il suo ufficio si trova tra il salotto e la cucina. Cassandra ha paura di viaggiare da sola e quando, per cause di forza maggiore, deve partire da Roma alla volta di Milano, accetta di condividere l’auto con una compagna di viaggio. Peccato che invece di una ragazza, sarà Gabriele a rispondere al suo annuncio.
Arrivati a Milano, dopo un viaggio disastroso, entrambi sono più che felici di dirsi addio, ma il destino ha deciso di rimescolare le carte, e per entrambi ha in serbo una sorpresa…
Recensione:
Amo i romanzi che tesse Daniela Volontè, forse perchè narrano di storie come tante, niente di inverosimile ma rapporti e sentimenti affini a quelli che viviamo noi nella vita di tutti i giorni.
Il suo modo di scrivere, e descrivere le emozioni, mi piace molto... mette in luce la bellezza delle piccole cose e dei piccoli gesti, citando uno dei suoi libri precedenti. 
Ma scopriamo meglio "La dolcezza può far male"...

Il titolo mi ha da subito incuriosito, devo dire che rispetto a tante volte in cui la CE perdeva colpi sulla sua scelta, stavolta m'è piaciuto. Rispecchia abbastanza la vicenda narrata...

Protagonisti di questo romance sono Lele e Cassie. 
Lele, all'anagrafe Gabriele Neri è un giovane uomo che non vive più, annientato dal fatto che le sue abitudini sono cambiate dopo aver scoperto di avere il diabete mellito di tipo 1, una particolare forma della malattia che lo porta ad essere insulino-dipendente. 
Il problema di Lele è che non accetta la sua nuova condizione. Il non poter vivere appieno la sua esistenza che fino a qualche tempo fa era fatta di sport estremi e tante pazzie. Questo cambiamento di stile di vita lo sta uccidendo dentro, è diventato quasi lo zombie del se stesso di tre anni prima. 
L'unica cosa che lo fa sentire vivo è scrivere. Sotto lo pseudonimo di Jack Lang ha sfondato nell'editoria, diventando uno scrittore di gialli di fama internazionale.
Un traguardo importante raggiunto ma che non vuol condividere con gli altri; è molto restio a partecipare a conferenze e eventi, proprio perchè non vuole esser riconosciuto da chi potrebbe paragonarlo al Gabriele di prima, con cui è convinto abbia chiuso e a cui guarda con triste rassegnazione. 

E' un uomo arrabiato col mondo e con sè stesso quello che incontra Cassandra, per caso. 
A far incrociare le loro strade sono il destino e la necessità. 
Entrambi si trovano all'ultimo secondo costretti a dividere un viaggio in auto e fan affidamento su un sito di car sharing. Seicento chilometri e qualche paio d'ore connotati da litigi, battibecchi, quel pizzico di gioco di sguardi e attrazione velati anche da tanto silenzio.
Galeotta è poi un agenda dimenticata in auto che li farà rincontrare. 
Cominceranno a frequentarsi e conoscersi.

Cassandra è dolce e ironica. Una ragazza d'oro che però non crede in sè stessa. 

Gabriele la colpisce subito, e la cosa è reciproca. Quel verde intenso di cui si colorano i suoi occhi quando la guarda, la fa impazzire. Tanto che è uno spasso il dialogo che ha spesso con la sua "Fiamma" interiore. 
"Vuole già rivedermi? Fiamma... Vuole già rivedermi! Ti rendi conto?"
Cassie è fragile ma forte. Farà scelte anche difficili, per amore.
In punta di piedi entrerà nella vita di Lele, diventandone una figura importante. 
Si fa largo nei suoi silenzi cercando di colmarli.
 “Ucciderò le tue paure, così come tu hai fatto a pezzi le mie. E soprattutto ti parlerò sempre… anche quando non vorrai ascoltare.”
Ho adorato questa storia d'amore piena di dolcezza. A volte ostentata, quasi stucchevole; altre volte lieve. La dolcezza è un modo di donarsi all'altro che per me non può mancare in un rapporto a due.
Una piccola nota la dedico alla madre di Cassie, che m'è piaciuta davvero molto. 
Una mamma fiera della figlia che la incita a sconfiggere le proprie paure ed essere felice:
"Hai trentun anni e se tu sei felice, noi lo siamo per te. Se uno stronzo ti fa stare male, è normale che entrambi i tuoi genitori vogliano vedere il fedifrago bruciare tra le fiamme dell’inferno, ma è la tua vita e sono le tue scelte, quindi non lasciarti mai condizionare da quello che io o tuo padre potremmo pensare o dire. Siamo fieri della donna che sei diventata, anche perché siamo noi che ti abbiamo educato così, perciò sei autorizzata a mandarci a quel paese se dovessimo esagerare. Detto questo, mi piacerebbe che tu invitassi a pranzo il tuo ragazzo, ma lascio decidere a te quando. Chiaro?"
Consiglio questo libro a chi vuol tuffarsi in una storia d'amore intensa, tenera e naturalmente... dolce. 
Vi auguro una buona lettura! Io l'ho divorato in poche ore!
(recensione a cura di Tata)


VALUTAZIONE


https://lh3.googleusercontent.com/Z5l9sGxQcWmczAT7Nk1rPGiJwZa3A77ofBl5NaXBjjyd2wqqg4wGSkj4PZ1izV-2MoCmFx6Pq5FpjZ6HCEzrmDZsvoL0POKHOSP8Ifx8VZWZJzhJaDm0JgocQH1TUa3_k_8KBt-FAdItBZ3b3Ahttps://lh3.googleusercontent.com/Z5l9sGxQcWmczAT7Nk1rPGiJwZa3A77ofBl5NaXBjjyd2wqqg4wGSkj4PZ1izV-2MoCmFx6Pq5FpjZ6HCEzrmDZsvoL0POKHOSP8Ifx8VZWZJzhJaDm0JgocQH1TUa3_k_8KBt-FAdItBZ3b3Ahttps://lh3.googleusercontent.com/Z5l9sGxQcWmczAT7Nk1rPGiJwZa3A77ofBl5NaXBjjyd2wqqg4wGSkj4PZ1izV-2MoCmFx6Pq5FpjZ6HCEzrmDZsvoL0POKHOSP8Ifx8VZWZJzhJaDm0JgocQH1TUa3_k_8KBt-FAdItBZ3b3Ahttps://lh3.googleusercontent.com/Z5l9sGxQcWmczAT7Nk1rPGiJwZa3A77ofBl5NaXBjjyd2wqqg4wGSkj4PZ1izV-2MoCmFx6Pq5FpjZ6HCEzrmDZsvoL0POKHOSP8Ifx8VZWZJzhJaDm0JgocQH1TUa3_k_8KBt-FAdItBZ3b3AE 1/2




 L'autrice


Daniela Volontè

È nata a Como, ha una laurea in Economia e Commercio e una in Scienze della Comunicazione, e tra l’una e l’altra ha lavorato come impiegata. Il suo sogno era diventare correttrice di bozze, per poter conciliare lavoro e famiglia.

Scrive per passione, ma lo fa a tempo pieno, perché vi dedica ogni minuto libero della sua giornata. Con la Newton Compton ha pubblicato Buonanotte amore mio, diventato subito un bestseller ai primi posti delle classifiche, L’amore è uno sbaglio straordinario, Non chiamarmi di lunedì, La meraviglia di essere simili e, in ebook, Sei l’aria che respiro.


Altri libri dell’autrice: